Teatro Selvatico

Oggi intervisto i due fondatori del collettivo artistico “Teatro Selvatico”. Si presentano:

Teatro Selvatico è un collettivo artistico fondato da Marta Maltese e Isacco Caraccio.

L’obiettivo della sua nascita è quello di indagare le connessioni possibili tra umano e natura attraverso i molteplici linguaggi dell’arte. 

Le sue principali attività si diramano in spettacoli, performance e soprattutto laboratori esperienziali: grazie al bellissimo spazio di cui dispone, un casale immerso nei boschi del cuneese, ospita percorsi teatrali che spesso si intersecano ad altre arti in cui ristabilire un contatto con la natura e con sé stessi.

La ricerca artistica si affianca a una ricerca quotidiana in termini di vita etica e di spiritualità.

Come in ogni intervista sul mio blog, chiedo ad un una persona di rispondere a due domande: Che cos’è per te il corpo? Che significato ha per te il termine movimento?

Ma in questo caso siccome si tratta di un gruppo, ho scelto di intervistare una donna e un uomo, per avere uno sguardo più vasto e per comprendere ancora meglio i loro vissuti corporali.

Marta Maltese

Che cos’è per te il corpo?

Quanto più il corpo è in armonia con le altre sfere del nostro essere più ne traiamo beneficio.

Grazio allo studio sull’arte teatrale che sto perseguendo inizio a immaginare le meravigliose potenzialità che il corpo conserva, quanto può essere perfezionabile in agilità, flessibilità, forza e resistenza.

Ma soprattutto quanto esso può essere risvegliato affinché svolga la funzione di “canale”.

Per “canale” intendo l’essere tramite tra il mondo interiore e quello esteriore, tra il mondo invisibile e quello manifesto.

Il corpo può rivelarsi la prova tangibile di forze a noi poco note; mi vengono in mente uomini che conservano, nel calore delle proprie mani, la capacità di curare malanni altrui.

Sostengo che un’attrice/ore necessiti di spingersi oltre all’interpretazione di un copione: è auspicabile che indaghi i segreti delle potenzialità umane, comprese quelle del corpo, al fine di fare la differenza nel momento in cui chiama l’attenzione di un pubblico.

Che significato ha per te il termine movimento?

Il mio significato di movimento?

Durante sessioni di pratiche teatrali in cui il movimento perdurava a lungo ho sperimentato come il senso di fatica e lo scorrere dei pensieri si trasformava, talvolta scomparendo.

Ho riscontrato altrettanto interessante come potessero affiorare stati emotivi differenti, delicati o dirompenti. Il moto mi permetteva di non attaccarmici ma di goderne per il tempo in cui mmi pervadevano per poi discostarmene.

Il movimento rappresenta una possibilità di trasformazione e rinvigorimento.

Isacco Caraccio

Che cos’è per te il corpo?

Per me il corpo è un insieme di possibilità,

un puzzle a cui noi diamo movimento tramite impulsi e desideri.

Il corpo ci può rendere schiavi come può darci la forza di liberarci,

il corpo è possibilità perché con lui posso affrontare ogni direzione,

il corpo se appartiene a un essere particolarmente meditativo può abbracciarsi con l’anima,

il corpo adesso è la mia casa come il guscio per la lumaca: posso decorare la mia casa e renderla come più mi aggrada.

Il mio corpo è saggio perché non segue le mode ma si modella ad ogni superficie,

il mio corpo è unico e la sua unicità nel mondo è simile alle altre,

Il corpo definisce il mio spazio, indica con un limite cosa non sono io.

Il mio corpo sente prima delle orecchie, il mio corpo è animale e sente il pericolo, il freddo.

É il mio corpo a volte a farmi inciampare e con quel semplice atto cambia il mio destino.

Amo il mio corpo quando ringrazia per una doppia porzione di gelato,

amo il mio corpo quando mi manda dolore per la terza porzione di gelato.

Il mio corpo pare fatto apposta per accogliere il corpo di un’altra persona.

Il corpo è un disegno astratto se visto per la prima volta, un macchinario complesso. Il mio corpo muta nel tempo ma i miei occhi non se ne accorgono mai.

Lui insegna l’andare piano per non creare traumi, cambia cellule ogni secondo,

il mio corpo si muove nei sogni, donandosi anche la notte la possibilità di esplorare. Il mio corpo può fare l’amore, può ricevere amore, ricevere baci.

Se sezionato il corpo può parere inutile, ma se assemblato con tutte le sue imperfezioni penso che ogni corpo sia perfetto e abbia uno scopo. 

Penso di dover comunicare di più con il mio corpo, ascoltarlo, crescere in silenzio con lui, forse così potrò guardarmi allo specchio e riconoscermi.

Che significato ha per te il termine movimento?

Il termine movimento, porta subito alla mente le danze davanti a un fuoco, movimento è anche un insieme di persone che lottano per un’idea.

La danza è la mia idea che porto creando un movimento che porti movimento.

Il movimento è qualcosa di imprevedibile.

Il mio corpo e la mia mente sono in continuo movimento.

Movimento per me è la possibilità di cambiare luogo in un istante.

Il movimento che più amo è il sorriso, riempirei di questo movimento il mondo.

Il movimento mi stupisce quando è causa di un input esterno: provate a prendere la scossa con la mano e cercare di controllare il raggio di azione, sarà impossibile.

In quell’attimo il vostro corpo vi sta regalando una performance incredibile e irripetibile.

Camminare è un buon movimento, un buon esercizio è scrutare il movimento del mondo.

Alberi, insetti, nuvole perpetuano il movimento.

Non preoccuparti, anche nel riposo ti stai muovendo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...